Giuseppe Conte: “Entro Pasqua nuove misure per le imprese”

Restrizioni prorogate fino al 13 aprile. Cosi il premier Giuseppe Conte ieri sera durante una diretta Facebook: “Il nostro paese sta attraversando una fase acuta, non siamo nelle condizioni di poter allentare la presa e alleviare i disagi, siamo in stretto contatto con il Comitato tecnico scientifico, ma ripeto non siamo ancora pronti ad abbracciare un prospettiva diversa. Ho appena firmato il dcpm che proroga le restrinzioni fino al 13 aprile come anticipato dal Ministro Speranza”

IMPRESE

Nessun allentamento quindi della stretta anti-coronavirus, per ora non cambia nulla. Lo si farà appena sarà possibile. Reggiunto da ‘Il Fatto quotidiano’, il premier Giuseppe Conte avverte che non c’è ancora una decisione per il dopo: si entrerà nella fase 2 solo quando gli esperti lo diranno e solo a partire da alcuni settori. Quanto alle misure economiche, Conte torna sul decreto per assicurare liquidità alle imprese – che si spera di portare al Consiglio dei Ministri già venerdì prossimo – e poi sul varo, che si auspica prima di Pasqua, di una sorta di manovra di nuove misure rilevanti.