Conto corrente online, addio al token: tutto via smartphone

Sarà rivoluzione per milioni di italiani che si collegano via internet alla propria banca: la chiavetta andrà in soffitta

conto corrente online

Il conto corrente online cambia. Sarà sempre più smart e più sicuro. Sarà rivoluzione per milioni di italiani che si collegano ai propri conti bancari vai internet. Il token andrà in soffitta. Addio al dispositivo fisico necessario per effettuare un’autenticazione (genericamente a due fattori) che compone dei numeri a rotazione per un limitato periodo di tempo, di solito tra i 15 o 20 secondi.

Dal 14 settembre
Troppi i rischi che si posso correre con il token, a partire dal phishing. Adesso però si volta pagina con un sistema al passo con i tempi. Dal 14 settembre 2019, infatti, si dovrà utilizzare lo smartphone per entrare nel conto corrente online, per i bonifici, per pagare gli F24, le bollette o per ricaricare le carte collegate. 

Direttiva Psd2
Gli istituti bancari dovranno recepire tra pochi mesi le nuove normative europee sui pagamenti digitali che si trovano all’interno della direttiva chiamata “Psd2”. L’Europa da tempo spinge per la Strong customer authentication (Sca). Ogni banca avrà un nuovo modo diverso per l’accesso dei clienti: alcuni hanno scelto il doppio codice via sms, altri un sistema di autenticazione biometrica per gli smartphone. La cosa migliore da fare è contattare la propria banca per avere informazioni sulle nuove modalità per l’online. Molti istituti si sono già mossi in anticipo per arrivare pronti a questo cambiamento epocale. Come detto, tra una manciata di mesi il token non avrà più nessuna utilità.    

Italia in pole
Da segnalare che questo cambiamento toccherà milioni famiglie: secondo uno studio recente l’Italia è al primo posto in Europa per i numeri di accessi al conto corrente online. Il 59 per cento di chi ne possiede uno lo usa almeno una volta ogni due settimane per fare movimento o solamente per controllarlo. Il 60 per cento degli italiani ha opzionato le applicazioni di mobile banking del circuito delle banche tradizionali, mentre il 30 per cento si affida solamente a banche online, che di solito hanno costi più contenti.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − 1 =