Coronavirus in Italia, l’appello della virologa Capua: ‘Dobbiamo fare il più grosso sforzo di responsabilità della nostra storia’

L’occhio sullo smartphone cade inevitabilmente su portali di informazione in grado di raccontare cosa sta davvero accadendo.
I numeri del coronavirus preoccupano. Ormai c’è un dato di fatto inconfutabile: l’Italia lo ha al suo interno.
La gente lo guarda preoccupata, cerca di capire come evitare di essere contagiati e soprattutto come muoversi.

Parlano in tanti in questo periodo, tantissimi senza titolo di farlo. Non resta che affidarsi a chi, invece, ne ha le competenze. Il riferimento a scienziati del calibro di Ilaria Capua è chiaro. In articolo scritto per fanpage.it ha avuto modo di mettere in evidenza concetti importanti e che la collettività ha l’obbligo di tenere ben presenti rispetto a ciò che potrebbe accadere.

Ilaria Capua ha avuto modo di sottolineare come, al momento, bisogna avere l’ottimismo di chi sa che affronterà il problema con il supporto di un sistema sanitario occidentale.  Quella italiana è tra le migliori sanità del mondo. Tocca ai cittadini metterla nelle condizioni di operare al meglio.

Ilaria Capua punta sul buonsenso dei cittadini

“Dobbiamo fare  – ha detto Ilaria Capua – il più grosso sforzo di responsabilità collettiva della nostra Storia. Il problema vero di questa malattia è infatti che si infettino tantissime persone contemporaneamente”.

“Nei prossimi giorni, presumibilmente, saranno  – scrive – suggerite una serie di linee guida proposte dalle organizzazioni internazionali che saranno recepite dallo Stato, dalle Regioni, dai Comuni. Noi dobbiamo semplicemente – si fa per dire – fare lo sforzo di rispettare quelle regole. In questo momento non c’è tempo per l’improvvisazione

Coronavirus: gli effetti spesso non sono così gravi

Molto importante è il punto in cui si fa riferimento al coronavirus in se: “Questa infezione provoca nella stragrande maggioranza dei casi sintomi molto lievi e solo in pochi casi – con patologie intercorrenti e con situazioni particolari – provoca effetti gravi. Esattamente come ogni normale influenza”.