Coronavirus come un cristallo, gli scienziati studiano un nuovo inibitore

Trovata un’arma capace di bloccare il ‘motore’ del virus SarsCoV2: si chiama ’13b’ ed è una molecola che lega e inibisce l’enzima proteasi usato dal virus per replicarsi nelle cellule infettate. Questo è considerato il bersaglio principale per colpire il virus e la sua struttura 3D, finalmente svelata grazie ai raggi X del sincrotrone Bessy di Berlino, aiuterà a sviluppare nuovi farmaci, come indica lo studio pubblicato su Science da un gruppo internazionale guidato dall’Università di Lubecca, in Germania.