Coronavirus, furia Gasparri contro Conte: ‘Scelto a caso, Incompetenza e inadeguatezza sono una colpa’

Il tema coronavirus anima anche il dibattito politico. Il fatto che sia permeato più in Italia che negli altri paesi europei ha fatto si che si sia puntato il dito contro alcune scelte del governo.

Agli attacchi relativi alla mancata quarantena preventiva in una fase precedente all’esplosione dell’emergenza, si aggiunge un’altra critica che viene mossa nei confronti dell’esecutivo e del presidente Giuseppe Conte.

Il riferimento va a quella che, nelle ultime ore, si sta rivelando una dura presa di posizione da parte delle regioni che sono andate a scontrarsi con le volontà del presidente del Consiglio.

Marche e Calabria, ad esempio, erano pronte a misure preventive bloccate da Palazzo Chigi. che punta solo a decisioni collettive.

Gli scontri dialettici tra le parti hanno interessato il premier Conte anche nel confronto a distanza con la Regione Lombardia.   In particolare non è stato gradito il fatto che il presidente del Consiglio abbia puntato il dito contro un ospedale che non avrebbe rispettato il protocollo. Parole che hanno suscitato la replica piuttosto sdegnata da parte del governatore della Lombardia Fontana. “Sono dichiarazioni infondate e inaccettabili. Il problema – ha detto- è che il Presidente del Consiglio non conosce i protocolli e getta la palla in tribuna per coprire delle falle gigantesche di un sistema di protezione Civile nazionale che non sta dando alcun tipo di risposte ai problemi organizzativi e gestionali che avrebbero dovuto prevedere e predisporre”.

Molto più duro nei confronti del premier è stato il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. “Quando – ha scritto su Twitter –  scoppia una emergenza e il presidente del consiglio è stato scelto a caso, emergono limiti che producono caos. Incompetenza e inadeguatezza sono una colpa a certi livelli”.

 

3