Coronavirus, Gattinoni: ‘In Italia troppi ignoranti a gestire, la Merkel è laureata in Fisica Nucleare’

Gattinoni Merkel

Luciano Gattinoni è uno dei massimi esperti mondiali in Anestesia e Rianimazione. La categoria degli specialisti di cui fa parte è stata una di quelle che maggiormente è stata in prima linea durante l’emergenza Covid-19. Professore emerito dell’università di Gottingen in Germania dell’Università di Milano, ha rilasciato una lunga intervista a Il Giornale dove ha parlato a trecentosessanta gradi di una situazione che appare in netto miglioramento.

Gattinoni dice che il Covid sta passando

“Il Covid – ha detto – sta passando da solo, sta facendo tutto la natura. Come è avvenuto per la Spagnola e per la Sars ed anche i pazienti sono guariti da soli. Abbiamo cominciato a fare meno cose. E anche nei mesi dell’emergenza, non abbiamo fatto altro che tamponare i sintomi. Con i respiratori abbiamo corretto solo un sintomo che, per carità, da solo sarebbe bastato a portare alla morte, cioè l’insufficienza respiratoria. Ma i pazienti guariti sono quelli che da soli hanno sviluppato gli anticorpi”.

Gattinoni critica chi ha gestito l’emergenza

Pensieri che tradiscono ottimismo. Gattinoni, tuttavia, ha paragonato la situazione a quella di film dove il cattivo, cioè il virus, sta morendo. A ciò ha aggiunto l’idea che il finale resta comunque aperto e che non bisogna abbassare la guardia.

Gattinoni conosce bene la situazione sanitaria in Germania. Colpisce la differenza di numeri tra quanto accaduto sul territorio tedesco in termini di numeri e quanto avvenuto in Italia. “Noi – ha – detto abbiamo affrontato tutto a vale. Quando invece vanno affrontati a monte, molto molto a monte. Dovevamo puntare tutto sulla scuola, molto tempo prima. A gestire quest’emergenza sono state persone troppo ignoranti. Per fare un paragone, la Merkel ha finto le Olimpiadi di matematica ed è laureata in Fisica Nucleare”.