Coronavirus, il premier cinese: ‘Pronti a inviare ancora materiale e medici in Italia’

L’Italia ha raccolto il testimone della Cina nel triste primato di paese maggiormente in difficoltà nel fronteggiare l’emergenza coronavirus.

Una sciagura vera e propria che, negli ultimi giorni, è servita anche per rinsaldare il legame tra due paesi apparentemente lontani.

Dall’Europa il popolo italiano non ha ricevuto la solidarietà che si sarebbe aspettato, con tanto di mascherine e macchinari bloccati da Francia e Germania.

Una scelta, quella franco-tedesca, determinata dal timore, poi rivelatosi fondato, che da un momento all’altro la prepotenza del virus potesse entrare nei loro territori.

La Cina, invece, ha mandato materiale e medici. Dall’Asia sono arrivati attestati di solidarietà. Nelle ultime ore, oltre ad un equipe medica giunta a Roma, ci sarebbero novità che attestano l’attenzione del premier Xi Jinping.

In una telefonata intercorsa con Conte avrebbe assicurato la disponibilità a inviare altro personale medico pronto a dare man forte all’ottima sanità italiana.

A rivelarlo il network cinese Cctv. “La Cina – ha fatto sapere- farà del suo meglio per assicurare forniture e altra assistenza”.