Coronavirus, il senatore Paragone: ‘Non voglio essere pagato per stare a casa, il Parlamento riapra’ (VIDEO)

europee

Gianluigi Paragone, senatore fuoriuscito dal Movimento 5 Stelle, con un video apparso sul suo profilo Facebook ha sottolineato come al momento le camere non stiano partecipando alla vita politica del Paese.

“Per evitare – ha detto – il contagio tra di noi, ma anche per una scelta per far partecipare di meno il Parlamento”.

“I pieni poteri del premier  – ha detto – sono stati condivisi dal Ministro dell’Economia, sono stati condivisi con Bruxelles e della Bce. Da una parte la Von der Leyen, dall’altra la Lagarde”.

Paragone ha un certo imbarazzo nel percepire lo stipendio stando a caso: “Noi siamo stati pagati. Riceviamo la piena busta paga. Mi trovo in imbarazzo. Non voglio essere casta, non voglio essere un privilegiato. Vorrei andare in Parlamento ed essere messo in condizione di dire la mia, migliorando dove possible i decreti che verranno”.

Successivamente si è lasciato andare ad una serie di considerazioni sulla politica economica europea.

Ecco il video: