Coronavirus, la bordata di Capuozzo al governo: ‘Sordi, mediocri, cosa pensate?’

Il coronavirus è arrivato anche in Italia. Di questa mattina la notizia di un 38enne contagiato dal virus e ricoverato all’ospedale di Codogno. Nonostante le rassicurazioni del governo, che nelle scorse settimane ha proclamato lo stato di emergenza sanitaria, chiudendo il traffico aereo con la Cina, qualcosa non ha funzionato.

LA BORDATA DI CAPUOZZO

“E’ una classe politica modesta, che si tratti di Europa o di Libia, di tasse o di istruzione, di ricerca o di reddito di cittadinanza. Ma sul corona virus hanno fatto di peggio, pensando che la correttezza politica (visita scuole multietniche, ristoranti cinesi ecc.) fosse la cosa più importante, che il nemico fosse il razzismo”. Cosi il giornalista Tony Capuozzo sulla propria pagina Facebook. “Sordi agli appelli di Burioni, tante Alici nel paese delle meraviglie, convinti che la loro solo esibita bontà salverà il mondo. Come se ne fottono di chi dorme all’aperto o raccoglie pomodori da schiavo, una volta esaurita l’accoglienza, così se ne sono fregati delle reali possibilità di contagio. Il razzismo è un male da tenere a bada, l’allarmismo è un pericolo, certo. Le malattie, anche”.