Emergenza coronavirus, Salvini: ‘Ue restituisca 58 miliardi che italiani hanno pagato per Mes e salvare banche degli altri’

Matteo Salvini ritiene che l’Europa, in questa fase, non dovrebbe aiutare l’Italia, ma semplicemente restituire ciò che gli italiani, in altri tempi, avrebbero versato.

58 miliardi di euro che, secondo il leader della Lega, sono la cifra che rappresenta la somma per la cifra dell’adesione al Mes (14) e altri 44 pagati per altre iniziative a livello europeo.

Salvini contro ipotesi di usare il Mes

Il leader della Lega, in una diretta, ha spiegato la sua opposizione all’ipotesi che per sostenere l’economia italiana si possa puntare su un salvagente come il Mes.

“Anche solo lasciar trapelare l’ipotesi  – ha detto il leader della Lega – che il Mes possa servire agli italiani è un segnale pessimo sbagliato. Alle imprese, alle famiglie alle Borse”.

La soluzione, per lui, sarebbe un’altra. “Semmai  – ha detto Salvini – si tratterebbe di chiedere indietro i soldi che abbiamo dato al Fondo Salva Stati: 14 miliardi di euro versati al Mes più altri 44 per altre iniziative a livello europeo: Totale: 58 miliardi di euro per salvare gli altri e le banche degli altri”.

“Con i 25 miliardi – ha proseguito il leader della Lega –  messi in campo dal governo ci sono milioni di italiani non tutelati. Quei 58 miliardi in fondi europei li hanno dati gli italiani ed in un momento d’emergenza avremmo il diritto di chiederli indietro per i nostri ospedali, per le nostre famiglie, per i nostri anziani e i nostri disabili”.