Coronavirus, ora Crimi sfida tutti: ‘Parlamentari facciano come M5S, metà stipendio ai cittadini. Bastano poche ore’

radio radicale

“Ciascuno deve fare la sua parte. Il governo ha investito i primi 25 miliardi che avranno un effetto leva su 350 miliardi”.

Così Vito Crimi, capo politico del M5s, ha segnalato che c’è molta strada da fare per venire a capo di una situazione economica complicata.

Il grillino vorrebbe che da senatori e deputati arrivasse un’azione concreta:”Anche noi parlamentari dobbiamo fare la nostra parte. Come Movimento 5 Stelle restituiamo parte del nostro stipendio alla collettività. Dal 2013 ad oggi abbiamo restituito 110 milioni di euro. Solo la settimana scorsa abbiamo donato 3 milioni alla Protezione Civile per acquistare materiale sanitario”.

Non lo convince quanto hanno promesso alcuni: “Ho letto di iniziative estemporanee di questo tipo. E’ il momento che, come parlamentari, facciamo un’iniziativa forte e coordinata che dia un segno ai cittadini. Proporremmo agli uffici di presidenza di Camera e Senato di deliberare il dimezzamento dello stipendio dei parlamentari ed il risparmio destinarlo ai cittadini per superare questo periodo di emergenza. Basta una delibera, poche ore di seduta e avremo ottenuto un risparmio di 60 milioni. E’ una piccola parte, ma un importante segno di vicinanza tra cittadini ed istituzioni”.

“Se lo facessero tutti – ha concluso –  i consiglieri regionali avremmo una grande cifra. Non è populismo, per noi non cambia nulla. Invitiamo a fare gli altri come facciamo noi”.