Coronavirus, parla l’infettivologo Bassetti: ‘Stare in mezzo alla strada con la mascherina non serve a niente’ (VIDEO)

Si continua molto a parlare di coronavirus. Il panico degli ultimi giorni ha scattato nelle farmacie e nei supermercati un’autentica corsa all’acquisto di mascherine e di gel igienizzati.

La sovraesposizione mediatica del fenomeno ha fatto si che spesso, attraverso la televisione, siano stati veicolati messaggi errati.

Ha provato a fare chiarezza, nel corso della trasmissione L’aria che tira di La 7, l’infettivologo Matteo Bassetti, dell’ospedale San Martino di Genova.

Mascherine e coronavirus: il parere dell’esperto

“Parlano tanti – ha detto  il medico – e non parlano quelli che dovrebbero. Questo è quello che succede quando ci sono tante teste. La mascherina chirurgica, annodata dietro, serve esclusivamente per contenere. La usano i malati per evitare di trasmettere agli altri”.

“Se vogliamo – ha proseguito – filtrare che i microorganismi che  da fuori vengono dentro a noi, dobbiamo usare mascherine specifiche. Si chiamano FF (grado protezione 2 o 3) che sarebbero quelle con la valvola davanti o molto simili. Devono essere utilizzate in maniera appropriata e hanno una durata. C’è scritto sulla confezione quanto durano. Se me le metto la mattina e le tengono tutto il giorno adesso”.

“Le mascherine  – ha concluso – devono utilizzarle solo coloro che vengono a contatti con casi sospetti o accertati. Stare in mezzo alla strada a guardare che passino le macchine con la mascherina in faccia non serve a niente, se non a fare un mercoledì delle ceneri”.