Coronavirus, Protezione Civile chiede di prorogare lo stato d’emergenza di 6 mesi

La Protezione Civile chiede al governo di prorogare di altri sei mesi lo stato d’emergenza sanitario causato dal coronavirus. La fine dello stato d’emergenza era stata fissata per il 31 luglio 2020, ma la sua durata cautelativa (come l’ha definita il premier Conte) potrebbe essere ampliata.

Secondo quanto riportato da Fanpage, questo suggerimento figura tra le proposte inviate dai dipartimenti e dai ministeri al governo per il Decreto Rilancio. La Protezione Civile ha inviato anche una relazione illustrativa, in cui si spiega che la proposta nasce anche dall’impossibilità di superare i contesti per i quali è stato necessario dichiarare lo stato d’emergenza.La disposizione “prevede la proroga degli stati di emergenza e delle contabilità speciali in scadenza entro il 31 luglio 2020 e che non sono più prorogabili ai sensi della vigente normativa per ulteriori sei mesi”. La nuova data fissata per la fine dell’emergenza coronavirus, quindi, sarebbe il 31 gennaio 2021. Come spiegato dal Dipartimento di Protezione Civile, la proroga dello stato d’emergenza non comporterebbe alcuna nuova spesa per il Governo. La disposizione quindi verrebbe attuata “per il proseguimento degli interventi necessari, nel limite delle risorse già stanziate per gli stessi”.