Coronavirus, per il consulente del Ministero della Salute: “Chiusura totale ancora per qualche settimana”

“La fase di lockdown, un serie di provvedimenti di emergenza che impediscono alle persone di muoversi da una determinata area per salvaguardarne lo stato di salute, dovrebbe continuare ancora per qualche settimana, per poi essere seguito da una “nuova anormalità”.

E’ questo il parere di Walter Ricciardi, consulente scientifico del Ministero della Salute e rappresentante italiano presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità, intervenuto durante una diretta Instagram degli editori Laterza.

Coronavirus, “per tornare alla normalità serve terapia o vaccino”

“Dobbiamo continuare per qualche settimana il lockdown, che ci serve per invertire la curva epidemica. Per tornare alla normalità ci vorrà tempo, può succedere solo con una terapia e un vaccino, succederà sicuramente ma non sappiamo quando”. Quella che ci aspetterebbe, secondo il suo parere, sarebbe una fase definita come “nuova anormalità”, in cui “affinare la strategia di tracciamento e contenimento, dal tutti a casa che abbiamo ora a una strategia di contenimento in cui ‘a casa stanno solo gli infetti e coloro che sono stati in contatto con loro’”.

Come fare? “Bisogna utilizzare conoscenze e tecnologie, dobbiamo elaborare una strategia che pur nel rispetto della privacy consenta di mirare le misure di contenimento ad personam: se sei sano puoi andare in giro, se sei infetto stai a casa insieme ai tuoi contatti, che trovo con la tecnologia” aggiunge Ricciardi.

Sui numeri dei contagi, Ricciardi sostiene che vadano “interpretati positivamente, con un ottimismo che però non deve illudere perchè è legato al comportamento delle persone e alle decisioni prese due settimane fa. Noi siamo stati i primi in Europa, e anche nel mondo, ad eccezione della Cina, a prendere decisioni durissime, che anzi io avrei preso anche dieci giorni prima. Ora tutto il mondo ci segue, anche se è sconvolgente la scelta dei governi di Usa e Gran Bretagna che hanno perso tempo, pur avendo il nostro esempio.