Coronavirus, Roberto Speranza: “Abbiamo salvato l’Italia. Alzano e Nembro? Nessun buco temporale”

Roberto Speranza, ministro della Salute che intervistato dal Corriere della Seradice chiaro e tondo che “chiudere tutto ha salvato l’Italia”. E ancora: “La strategia del lockdown totale ci ha consentito di fermare il virus prima che invadesse il Sud. I dati di sieroprevalenza lo dimostrano”. Parole pronunciate nei giorni della polemica scatenata dalla desecretazione dei verbali Cts, caso sul quale si dice “assolutamente sereno”. “Su Alzano e Nembro la spiegazione è semplice e lineare. Tra il 3 marzo e il Dpcm del 10 che chiude tutta l’Italia non c’è alcun buco. Il 4 marzo ricevo il verbale del Cts, che mi arriva sempre il giorno dopo. Il 5 avviso Conte e chiediamo un approfondimento a Brusaferro. Il 6 il premier vede il Cts e lì matura il cambio di linea, perché il tentativo di bloccare il virus in zone delimitate è superato dai numeri dell’epidemia in Emilia, Piemonte, Liguria, Marche. Il Dpcm dell’8 marzo che chiude solo le aree più colpite è pienamente conforme alle idee del Cts”.