Coronavirus, Salvini: ‘il Governo chieda scusa agli italiani’ (VIDEO)

Intervenuto a “Non è l’arena” programma di LA7 condotto da Massimo Giletti, così il leader leghista Matteo Salvini: “Io sono in contatto costante con sindaci, medici, volontari e tanti cittadini. Questo è il momento di dare risposte alle famiglie, ci saranno scuole, ci sono tanti modi per stare vicini a disabili e gente anziana. Ci pagano per costruire, se andiamo a rileggere la cronaca di questa settimane, al di là degli schieramenti politici, qualcuno chiedeva controlli fin da Gennaio.

RICOSTRUZIONE EVENTI

“Il 30 gennaio i parlamentari della Lega chiedevano la quarantena di 15 gg per chi rientrava dalla Cina, il 3 febbraio i governatori della Lega chiedevano controlli nella scuole. Per tutta risposta sono stato insultato con diversi aggettivi, con se fosse un rischio solo nella testa di Salvini per andare contro Conte o al Governo. E’ evidente se qualcuno il mese scorso invece di prendersela con Salvini avesse messo in quarantena tutti coloro che rientravano dalla Cina non staremmo vivendo il momento che stiamo vivendo”.

L’ATTACCO AL GOVERNO

“Noi siamo a disposizione però qualcuno dovrà chiedere scusa agli italiani, non a me, io ho le spalle larghe, ma se qualcuno fino a venerdì con responsabilità di governo dichiarava che tutto fosse sotto controllo, non c’è problema non c’è allarme. E’ il momento di stare vicini a medici, ricercatori e cittadini che vivono da reclusi in casa. Siamo in un paese che chi sbaglia non paga mai, se qualcuno ha sbagliato sulla pelle dei cittadini dei cittadini dovrà chiedere scusa”.

IL VIDEO