Emergenza Coronavirus, campionati fermi per un mese: arriva la proposta

Lo sport potrebbe fermarsi, almeno per un mese, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Da quanto si apprende in questi minuti, infatti, il Comitato tecnico-scientifico voluto dal premier Conte avrebbe manifestato la proposta di evitare per 30 giorni le manifestazioni di qualunque genere, anche quelle sportive, che possano comportare l’affollamento di persone e il mancato rispetto della distanza di sicurezza di un metro indicata come deterrente al possibile contagio da coronavirus.

Emergenza Coronavirus, si valuta stop ai campionati sportivi

La misura potrebbe integrare il decreto della presidenza del Consiglio dei ministri del 1 marzo e, dunque, sospendere anche il campionato di serie A.

Tra le raccomandazioni del Comitato tecnico scientifico voluto da Conte oltre a quelle di evitare per 30 giorni manifestazioni, anche quelle sportive, che comportino l’affollamento di persone e il non rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro, quella rivolta alle persone che hanno oltre 75 anni e quelle che ne hanno più di 65 e sono ammalate invitate a non frequentare luoghi affollati. Viene inoltre raccomandato a tutti di evitare, quando possibile, abbracci e strette di mano, e di mantenere la distanza di un metro dalle altre persone.

Emergenza Coronavirus, in Lombardia nuova zona rossa

“Se ci dicono che l’unico modo è di istituire un’altra zona rossa, ne prendiamo atto. A noi interessa la salute dei cittadini”. Così l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, sulla possibilità di istituire una zona rossa in provincia di Bergamo.

“Stiamo valutando l’opportunità di estendere la zona rossa sulla base di alcuni criteri epidemiologici, geografici e di fattibilità della misura” ha detto il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro parlando dell’area del bergamasco. “Stiamo analizzando con la Lombardia con grande attenzione i nuovi casi per i comuni della cintura bergamasca”.