Coronavirus, troppi medici ed infermieri infettati. ‘Qualcosa è andato storto’

“Qualcosa è andato storto”.  E’ la considerazione che viene fuori da un doppio intervento avvenuto su Twitter relativamente ai numeri degli infettati tra il personale sanitario in provincia di Bergamo.

Il primo a dare le cifre è stato il primo cittadino della città lombarda: Giorgio Gori.  E sono numeri spaventosi.

“4183 medici, infermieri e Oss contagiati negli ospedali lombardi: – 448 all’Asst Spedali di Brescia; – 436 all’Asst Bergamo Est (Ospedali di Seriate e Alzano); – 283 all’Asst Lecco; – 282 all’Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo”.

Numeri che lo fanno arrivare ad una conclusione: “Qualcosa è andato storto, troppi non erano protetti”.

Sebbene per una lettura corretta dei dati, come segnalato dallo stesso Gori, sarebbe opportuno immaginare che alcuni di essi possano anche essersi infettati nel quotidiano come comuni cittadini, c’è anche un intervento del medico Enzo Cartabellotta sulla vicenda.

Il presidente del Gimbe è stato chiaro: “In italia 12.052 operatori sanitari contagiati (9,6% del totale dei casi). Evidente che è andata storta più di “qualche cosa” e purtroppo non ci siamo ancora: protezione insufficiente e continua lo  scaricabarile.