Coronavirus, Zingaretti: ‘Senza l’Europa non ce l’avremmo fatta’, Borghi fa ironia: ‘Abbracciala’

Claudio Borghi, deputato dalla Lega, ha risposto con ironia ad un post di Nicola Zingaretti che lodava l’Europa. Il segretario del Partito Democratico ha manifestato un animo fortemente europeista, sottolineando la necessità di affrontare come europei l’emergenza coronavirus. A ciò ha aggiunto la considerazione che “senza Europa” per l’Italia sarebbe stato difficile farcela. Parole che hanno generato l’ironia del leghista che ha ricordato quando il segretario ‘dem’ invitava ad abbracciare i cinesi per scongiurare il pericolo razzismo ai tempi degli albori del coronavirus. In quella fase si diceva che isolare chi proveniva dall’Asia rischiava di dare adito a fenomeni di razzismo.

Il post di Zingaretti

“Bene – ha scritto Nicola Zingaretti su Facebook –  le scelte della Commissione Europea e dalla Banca Centrale Europea per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Decisioni prese grazie anche alla spinta, all’impegno e alla forza dell’Italia.

Ora è chiaro a tutti. Al contrario di tante sciocchezze dette in questi anni, la verità è che senza Europa non ce l’avremmo mai fatta. L’Europa ora non deve fermarsi ma andare avanti e diventare protagonista nella difesa dal coronavirus e della ricostruzione delle economie”.

“E’ nata – ha concluso Zingaretti –  per questo: per essere al servizio dei suoi cittadini e attore di pace nel mondo. Ora non può sbagliare. Su queste basi apriamo una fase nuova per la ricostruzione, con sempre più integrazione, cooperazione e investimenti europei”

Borghi ironizza su Twitter

“Basta sciocchezze sull’Europa” tuona Zingaretti. Chi non è certamente un europeista a tutti i costi  è proprio Claudio Borghi che non manca di sottolineare sovente gli svantaggi avuti dall’Italia come componente dell’Unione Europea.  In risposta a Zingaretti sceglie l’ironia: “#abbraccialeuropa (non è finita bene la prima volta eh, che dice, la smettiamo?”.

Il riferimento è al fatto che qualche settimana fa il Pd lanciò una campagna con tanto di hashtag #abbracciauncinese.   Pochi giorni dopo arrivò la notizia che Zingaretti era positivo al coronavirus.  Per fortuna senza gravi conseguenze.