Courmayeur e il Monte Bianco: sport alpini e il trekking che copre tre Stati

Quest'anno il comune valdostano è stato inserito nel circuito Best of the Alps per l'attenzione e il rispetto delle tradizioni e per la valorizzazione delle eccellenze del territorio

Nel cuore delle Alpi, alle pendici del Monte Bianco si trova Courmayeur, ultimo comune della Val d’Aosta prima del confine con la Francia, che può essere raggiunta tramite il traforo del Monte Bianco. È anche una delle più importanti località turistiche italiane, grazie ai tanti amanti degli sport alpini. Quest’anno la località è entrata a far parte del prestigioso circuito “Best of the Alps” che da più di 25 anni premia le località sciistiche internazionali più famose ed esclusive delle Alpi e, nel campo del turismo è uno dei riconoscimenti più ambiti. La scelta del comune valdostano, seconda località italiana a essere premiata dopo Cortina D’Ampezzo, è dovuta alla grande attenzione e al rispetto delle tradizioni, alla valorizzazione delle eccellenze del territorio e per essere pioniera nel mondo dell’alpinismo e dello sci. Le parole chiave che si ritrovano nelle località “Best of the Alps”, infatti, sono: tradizione, innovazione, natura, sostenibilità, autenticità e cosmopolitismo.

Identità alpina
A commentare l’assegnazione il sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi, e l’assessore, Ivano Giulio Parasacco, che hanno ricordato gli sforzi che hanno portato la commissione ad assegnare il riconoscimento: «Come Amministrazione comunale questo ci onora e valorizza la grande offerta e qualità dei servizi che i nostri operatori sul territorio portano avanti da anni, nonché quell’identità alpina sulla quale stiamo lavorando da tempo e che vogliamo sia riconosciuta a tutti i livelli. Questo fondamentale tassello aggiunto, insieme a quello di Comunità europea dello Sport Aces, rappresentano il miglior riconoscimento del valore del nostro territorio e della sua gente, un unicum che viene ancora una volta riconosciuto a livello internazionale e che, inserendoci in questo circuito, rappresenta un eccezionale vetrina di promozione internazionale».

Courmayeur e il Monte Bianco
L’attenzione che il comune dà al territorio è testimoniata dal sito con cui promuove il suo territorio e il suo “gioiello” più importante: il Monte Bianco. Sul portale è possibile trovare informazioni su sport e attività per il tempo libero da svolgere a Courmayeur sia nel periodo estivo, con arrampicate, golf e trekking, che in quello invernale, con le tante discipline sciistiche (con l’apertura della stagione che quest’anno inizia il 30 novembre), insieme a tutto ciò che c’è da sapere per pianificare un’indimenticabile vacanza. Inoltre, per gli appassionati di trekking, tanti itinerari da percorrere dal Giro dei Giganti (che collega l’Alta Via n. 1 e 2) al trekking della Val Vény e Val Ferret, fino al Tour du Mont Blanc, uno dei più famosi percorsi del mondo che in circa 8 giorni permette di attraversare tre Paesi: l’Italia, la Francia e la Svizzera. E come dimenticare i prodotti tipici del territorio valdostano: come si legge sul sito Courmayeur Mont Blanc, infatti, la montagna non è solo sci e arrampicate, ma ha anche un’importante offerta enogastronomica con i tanti rifugi alpini dove gustare piatti curati a base dei tipici prodotti locali.