Crisi di governo, le possibili soluzioni di italiani ed esperti

Gli ultimi sondaggi realizzati da Youtrend e Analisi Politica mostrano come addetti ai lavori e cittadini pensano si possa risolvere l'attuale situazione politica

governo

Una nuova maggioranza formata da Pd e MoVimento 5 Stelle sembra essere l’opzione più probabile per uscire dalla crisi di governo aperta dalla Lega. È questa l’opinione degli addetti ai lavori come risulta da un sondaggio realizzato da Youtrend. L’ipotesi di un accordo tra dem e grillini, infatti, è stata indicata dal 36 per cento degli esperti. Gli ultimi sviluppi politici, inoltre, rafforzano questa possibilità dopo che il segretario dem, Nicola Zingaretti, in direzione, ha dato la disponibilità a verificare se ci siano le condizioni per una nuova maggioranza parlamentare. Per contro, il sondaggio dell’Istituto demoscopico ha evidenziato anche la possibilità di un ritorno alle urne, anche se per gli addetti ai lavori questa è una ipotesi che non supera il 22 per cento.

Gli altri risultati
Secondo i dati riportati da Youtrend, inoltre, al 13 per cento c’è la possibilità di un nuovo accordo tra 5 Stelle e Lega (un’ipotesi che, dopo il discorso pronunciato dal premier Conte al Senato, sembra allontanarsi anche se non è ufficialmente tramontata). Solo il 12 per cento per un accordo tra Partito democratico, 5 Stelle e Forza Italia (la cosiddetta “coalizione Ursula” dai partiti che in sede europea hanno votato per la presidente della Commissione Ursula von der Leyen) o per un governo elettorale che si occupi dei problemi più urgenti del Paese, dalla legge di bilancio al disinnescare le clausole Iva, per poi tornare al voto nel 2020. Infine, ottiene un 4 per cento l’ipotesi di una maggioranza con i partiti della coalizione di centrodestra (che alle ultime politiche raggiunse il 35,8 per cento delle preferenze) insieme ad alcuni parlamentari “responsabili”.

La crisi non intacca i consensi della Lega
Se, invece, l’esito delle consultazioni non dovesse essere positivo mostrando come unica via da intraprendere quella di nuove elezioni, a giovarne sarebbe senz’altro la Lega. Su Panorama, infatti, vengono ricordati i dati degli ultimi sondaggi che, nonostante la crisi di governo, evidenziano una salute immutata per la Lega di Matteo Salvini che gravita sempre intorno al 38 per cento delle preferenze, confermandosi il primo partito per consenso. In questo caso, un’alleanza con Forza Italia e Fratelli d’Italia permetterebbe alla coalizione di vincere agevolmente superando il 50 per cento dei voti. Il settimanale, inoltre riporta come un eventuale partito guidato dal premier Giuseppe Conte, avrebbe un seguito del 12 per cento, mentre un nuovo soggetto politico con a capo l’ex segretario del Pd, Matteo Renzi, viaggerebbe intorno al 5 per cento delle preferenze.
Infine, si riportano i dati dell’ultimo sondaggio realizzato da Analisi Politica per Libero sulle soluzioni, indicate dagli italiani, per la crisi di governo. La maggioranza (il 50 per cento) vorrebbe il voto anticipato, mentre un nuovo governo di maggioranza o un governo del Presidente raggiungono entrambi il 18 per cento delle preferenze.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × due =