Danni alla Basilica di San Marco  

L’acqua alta straordinaria registrata nella giornata di ieri ha creato danni alla Basilica di San Marco. Ad annunciarlo è Carlo Alberto Tesserin, primo procuratore di San Marco. “Abbiamo constatato che dall’acqua alta di ieri si sono creati problemi di acqua dentro la Basilica – ha detto all’Adnkronos – Per 15 ore tutta la parte fondamentale è rimasta immersa nell’acqua salata, ma il problema è che il salso risale le pareti e distrugge i mosaici, oltre che i pavimenti”.  

Tesserin ha quindi puntualizzato: “E’ giusto far presente che domani, quando l’acqua alta non ci sarà più, non si potrà più rimanere fermi. Siamo ancora bloccati a cinquant’anni fa, non si va avanti, ma oggi non è possibile che si verifichino queste situazioni. I pericoli si ripetono ogni giorno, mi pare si sia persa questa preoccupazione”. 

“Non è facile determinare il danno – ha spiegato – La risalita del salso si vedrà negli anni e quando si staccherà una parete di mosaici sarà troppo tardi, è imprevedibile. Così come le colonne potrebbero marcire all’interno, sono fatti che non si vedono se non col tempo”. 

(Fonte: Adnkronos)