Decreto dignità, via libera dalla Camera. Ora il testo passa in Senato

Testo arricchito di nuove norme tra le quali il messaggio “nuoce gravemente alla salute” su gratta e vinci e slot; multe più salate per chi non rispetta il divieto di sponsorizzazioni e pubblicità dei giochi d'azzardo

decreto dignità

Con 312 sì, 190 no e 1 astenuto, il cosiddetto “decreto dignità”, fortemente voluto e sostenuto dal ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, ha incassato il via libera della Camera. Ora il testo passa al Senato che dovrebbe licenziarlo entro la prossima settimana.

«Abbiamo vinto il primo round, ce l’abbiamo fatta, e senza la fiducia», ha commentato Di Maio. E parla di «un primo importante passo in avanti per la lotta al precariato, il contrasto all’azzardo e la semplificazione fiscale» il premier Giuseppe Conte. «Orgoglioso di guidare un Governo che lavora davvero per questo Paese», ha scritto su Twitter. 

Dopo la discussione a Montecitorio, il decreto si è arricchito di nuove norme tra le quali il messaggio “nuoce gravemente alla salute” da apporre su gratta e vinci e slot; multe più elevate per chi non rispetta il divieto di sponsorizzazioni e pubblicità dei giochi d’azzardo, stop alla stretta sui contratti di somministrazione per i lavoratori portuali.

decreto dignità

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque + dieci =