Di Maio ai Paesi europei: “Non tolleriamo discriminazione ai danni degli italiani”

“Oggi ho chiarito ai Paesi europei che non possiamo tollerare nessuna discriminazione ai danni dell’Italia e degli Italiani”.

È inaccettabile ad esempio che alcuni Stati richiedano il bollino “virus free” sui prodotti del Made in Italy o che ci siano navi da crociera che vengono bloccate, semplicemente perché ci sono italiani a bordo”.

Lo scrive sul proprio profilo facebook il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ex capo politico del Movimento Cinque Stelle.

Coronavirus, Di Maio “doveroso collaborare non discriminare”

“In queste ore sono al telefono con i ministri degli Esteri dei Paesi in cui stanno avvenendo questo genere di episodi o se ne ha sentore.  Questa mattina – prosegue ancora Di Maio – , al Consiglio degli Affari Esteri, l’ho detto chiaramente: dimostriamo con i fatti che apparteniamo a un’Unione Europea solidale e forte. È doveroso collaborare e non discriminare.  Ai miei colleghi europei ho ribadito che tutta la nostra esperienza sul coronavirus, l’esperienza e le informazioni del nostro personale sanitario e dei nostri amministratori locali è a disposizione di tutti i Paesi del mondo, in particolare dei partner europei. Sappiamo bene che il momento non è semplice, ma stiamo dando il massimo” conclude il Ministro degli Esteri Luigi di Maio.

Nave con italiani a bordo bloccata

Di Maio si riferisce anche all’ultimo episodio con le autorità thailandesi hanno vietato di sbarcare agli oltre 2mila tra passeggeri e membri dell’equipaggio della nave da crociera Costa Fortuna arrivata a Patong Bay questa mattina. Il divieto è scattato dopo la conferma che a bordo della nave si erano imbarcati 173 nostri connazionali, 64 dei quali avevano lasciato l’Italia nel corso degli ultimi 14 giorni.

.