Diabete, bambino escluso da scuola a causa della malattia

La vicenda è avvenuta in un asilo statale di Reggio Emilia. Per gli insegnanti, il piccolo sarebbe stato difficile da gestire

asilo nido

Escluso da scuola per la sua malattia. È accaduto in un asilo statale di Reggio Emilia, dove un bambino di due anni e mezzo è stato allontanato perché diabetico e, dunque, per le sue insegnanti, difficile da gestire. Le educatrici avrebbero difeso la loro decisione appellandosi alla normativa che non le obbliga a somministrare l’insulina.

La vicenda
I genitori del piccolo, lo avevano dotato di un microinfusore di ultima generazione che, collegato ai loro cellulari, permetteva in tempo reale di verificare i valori della glicemia. Dopo un periodo di prova e un corso di formazione, seguito dagli insegnanti, è stato comunicato alla famiglia che l’iscrizione del bambino non sarebbe potuta essere confermata. Nonostante le proteste dei genitori, a cui è giunta la solidarietà della Federazione Diabete Emilia Romagna (Fe.d.e.r.), il bambino non ha più potuto frequentare l’istituto ed è stato iscritto in un asilo privato.

L’opinione degli esperti
Come spiega all’AdnKronos Riccardo Fornengo, consigliere nazionale dell’Associazione medici diabetologi (Amd): «Non è corretto che una scuola rifiuti un bambino perché affetto da diabete, una patologia niente affatto rara e che sappiamo essere in forte crescita, altrimenti siamo di fronte a una discriminazione. E ciò deve riguardare qualsiasi malattia, non solo il diabete, perché la scuola non può escludere tutti i bambini malati».
Secondo la presidente del Coordinamento delle associazioni di persone con diabete del Friuli Venezia Giulia, Elena Frattolin, oggi grazie alle nuove tecnologie «l’impegno richiesto alla scuola è molto più alleggerito rispetto al passato. Dunque quello che viene chiesto alle maestre è davvero poco, deve esserci solo la volontà di collaborare».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

due × 4 =