Coronavirus, Meloni e Salvini contro “Die Welt”. Ma il Pd frena: “Distinguere tra giornali e governo tedesco”

“Vergogna, vergogna, vergogna. Non ho altre parole per commentare l’ignobile articolo del giornale tedesco Die Welt contro l’Italia. Mentre la nostra Nazione è in ginocchio e piange i suoi morti, c’è chi in Europa si alza in cielo come farebbero gli avvoltoi per trovare i cadaveri di cui nutrirsi. Conte pretenda rispetto per il popolo italiano e chieda alla Merkel di prendere le distanze». Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Salvini: “Dichiarazioni fanno schifo”

“Oggi con pessimo gusto un giornale tedesco, ‘die Welt’ scrive che gli Italiani devono essere controllati dalla Commissione Europea e aggiunge che la mafia aspetta soltanto una nuova pioggia di soldi all’Italia da Bruxelles». Dice Matteo Salvini durante il suo intervento in aula in Senato. “Sono dichiarazioni che fanno schifo – aggiunge il leader della Lega – dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di parlare d’Italia e degli italiani e di tirare in ballo la mafia», aggiungendo che «ci aspettiamo le scuse». Certo «se non diamo subito dei soldi alle imprese e ai lavoratori, soprattutto nelle aree del paese più depresse, saranno la mafia La camorra e la ndrangheta a prestare i soldi che non ci mette lo Stato”.

Anche Forza Italia contro il giornale tedesco

“Per il quotidiano tedesco Die Welt, in Italia la mafia ‘sta aspettando i finanziamenti a pioggia Uè. Una presa di posizione delirante, un insulto inaccettabile per il nostro Paese. La Merkel condanni questo episodio, e il governo italiano si faccia sentire nelle sedi opportune”. Lo scrive su Twitter Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

Il Pd: distinguere giornali da governo tedesco

“Prima di dichiarare guerra alla Germania, trovandoci tra l’altro a corto di munizioni, suggerisco di distinguere tra giornali e governo tedesco». Lo scrive ironicamente su Twitter Andrea Romano, deputato del PD. “Distinguiamo tra giornali e politica, satira e diplomazia, stampa e governo. E concentriamoci su quello che oggi conta davvero: la dura trattativa in corso in Europa per individuare strumenti finanziari adeguati per rispondere all’emergenza economica” aggiunge Romano.