Dimmi come mangi e ti dirò chi sei

Più del 40 per cento dei ragazzi tra i 14 e i 19 anni pensa di essere in sovrappeso ma, allo stesso tempo, non sa fare scelte alimentari coerenti con l'obiettivo di restare in forma

“E tu… cosa mangi?”, è la domanda che l’Adiconsum ha rivolto ai ragazzi fra i 14 e i 19 anni per fotografare le loro abitudini alimentari. I risultati del sondaggio hanno messo in evidenza che, in generale,  i ragazzi sono preoccupati del loro peso forma ma non sanno fare scelte alimentari coerenti con questo obiettivo.

Tra pasti saltati ed eccesso di calorie
Il 63,6 per cento degli intervistati, infatti, ritiene di fare una colazione “abbastanza sana”, ma il restante 36,4 per cento afferma di fare scelte poco salutari. Più precisamente il 18,2 per cento dei teenager salta il primo pasto della giornata e il restante 18,2 per cento si abbandona ad una colazione ipercalorica. Da rimarcare che sono soprattutto le ragazze a saltare la colazione.

Per quanto riguarda il pranzo, il 36,4 per cento dei ragazzi non dedicano tempo ed energie a preparare da sé neanche un semplice panino e mangiano qualsiasi cosa di pronto trovino nella dispensa, speiga l’Adiconsum che sottolinea come comportamenti più saggi vengano adottati dai ragazzi più grandi d’età.

Sul consumo di frutta e verdura, quasi 2/3 degli intervistati ha dichiarato di apprezzarne solo alcune varietà, mentre un 9,1 per cento dichiara di non mangiarne mai.

Non meno allarmante la risposta alla domanda sul consumo delle bevande gassate e zuccherate:  più del 25,7 per cento dei ragazzi in media, che sale oltre il 31,3 per cento fra i maschi, dichiara di consumare queste bibite abitualmente anche a tavola.

Occhio al peso forma
Per quanto riguarda la percezione del proprio peso, il 42,9 per cento dei giovani, soprattutto maschi, pensa di essere in sovrappeso. L’ansia e la paura di ingrassare, invece, sono timori che affliggono le femmine.
Alla domanda sul rapporto con il cibo, il 31,4 per cento ha risposto di mangiare quello che vuole e di non  accettare limitazioni fino a che non ce ne sarà bisogno, ma si tratta di un pensiero che riguarda più i maschi (43,8 per cento) che le femmine (21,1 per cento). Un 36,8 per cento dei ragazzi dichiara poi di avere un rapporto difficile con l’alimentazione e di contenersi con fatica, mentre il 10,5 per cento dice di assumere integratori alimentari.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − otto =