Disabili, avanza l’idea delle strisce blu gratuite in tutta Italia

Al momento la materia è affidata alla discrezionalità dei singoli comuni, ma in futuro le cose dovrebbero cambiare: forze politiche unite

disabili

Il codice della strada sta per cambiare ancora una volta. Tra le misure che si intendono adottare c’è anche quella che riguarda le strisce blu gratuite per disabili. Su tutto il territorio nazionale. Le forze politiche sono unite sul punto da mettere a segno. Al momento sono i singoli comuni a decidere se far pagare o meno i disabili che parcheggiano la macchina su porzioni di strade segnate in blu.

L’incontro
Oggi il presidente della commissione trasporti della Camera, Alessandro Morelli, Elena Maccanti, capogruppo Lega in commissione, e Giuseppe Donina, relatore alle proposte di modifica al codice della strada, hanno incontrato le associazioni Cittadinanzattiva, l’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare (UILDM) e VERA, soggetti promotori della proposta di legge di cui è prima firmataria l’on. Maria Chiara Gadda e sottoscritta da deputati di più forze politiche. «Confermiamo l’impegno della commissione trasporti e il sostegno pieno del gruppo della Lega ad approvare in tempi brevi all’interno delle modifiche al codice della strada la norma che prevede la gratuità della sosta nei parcheggi delimitati da strisce blu per i cittadini con disabilità, muniti di regolare contrassegno. Si tratta di una norma necessaria – spiegano i deputati della Lega – perché oggi la materia è affidata alla discrezionalità dei singoli comuni, infatti è già prevista nei testi predisposti dalla maggioranza. Nella proposta della Lega, inoltre, prevediamo anche sanzioni più severe per  la sosta negli spazi riservati alle persone invalide».

Cittadinanzattiva e UILDM
Così Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva, e Marco Rasconi, presidente di UILDM: «L’iniziativa di cui si è fatta promotrice l’on. Maria Chiara Gadda, e che ha registrato l’appoggio di tutte le forze politiche, rappresenta un aiuto concreto in favore dei cittadini che quotidianamente lottano contro le difficoltà connesse alla mobilità nei centri urbani. La misura è molto attesa da tutto il mondo associativo e quindi confidiamo nell’impegno preso dalla commissione trasporti».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × uno =