DiscoverEU, 18enni in treno in giro per l’Europa

Il programma europeo che permette di viaggiare tra i Paesi dell'Unione ha ricevuto alla prima tornata di candidature più di 100mila domande

trenitalia

Aleksandra è partita dalla Polonia e ha attraversato Germania, Danimarca, Svezia e Olanda. Marta, italiana, ha viaggiato in Ungheria, Repubblica Ceca, Germania e Olanda e ha conosciuto decine di altri giovani che, come lei, hanno scelto DiscoverEU, la recente iniziativa dell’Unione europea rivolta ai 18enni. DiscoverEu (https://europa.eu/youth/discovereu_it) è il programma europeo che permette ai ragazzi di 18 anni di viaggiare attraverso i paesi dell’Unione europea, usando come mezzo di trasporto principale il treno. Alla prima tornata di candidature di giugno 2018 hanno partecipato 100.480 giovani e almeno 15.000 partecipanti hanno vinto un biglietto. Dopo la seconda tornata, chiusa lo scorso dicembre (più di 78mila domande e 14.500 biglietti aggiudicati), una terza ne verrà aperta in estate. Per il 2019 l’Unione europea ha stanziato 16 milioni di euro per sostenere DiscoverEU.

Treno e non solo
Per partecipare bisogna aver compiuto 18 anni nell’anno di riferimento, avere la cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea al momento della decisione di aggiudicazione e aver inserito il numero del passaporto o della carta d’identità nel modulo di domanda online. Ma perchè viaggiare in treno? Perchè è considerato il mezzo che più di ogni altro permette di conoscere e ammirare i variegati e multicolori paesaggi del Vecchio continente e anche il mezzo che più di ogni altro favorisce incontri e relazioni. Per dare la possibilità ai giovani di tutto il continente di partecipare, il biglietto permette di prendere anche altri mezzi di trasporto, come autobus e traghetti. In casi eccezionali e quando non sono disponibili altri mezzi, sarà possibile anche prendere l’aereo. In questo modo potranno partecipare anche i giovani che vivono in zone isolate o sulle isole.

Si può anche organizzare un gruppo (al momento della compilazione della domanda, si possono invitare un massimo di altre 4 persone ad aderire). Agli aggiudicatari viene chiesto di diventare “ambasciatori DiscoverEU”, che vuol dire raccontare le proprie esperienze di viaggio sui social (#DiscoverEU) organizzare presentazioni e incontri a scuola o presso le comunità locali.

Come funziona
Una volta presentata la domanda di partecipazione online, bisogna attendere la selezione. Se si viene selezionati si può scegliere tra un’opzione di viaggio flessibile e una fissa. Nel primo caso le date di viaggio restano flessibili, tuttavia, il biglietto avrà una “data di inizio”. A partire da questa data il biglietto sarà valido per un mese. Sarà possibile viaggiare durante un periodo di un mese effettuando gli spostamenti nei giorni di viaggio selezionati. Nel caso di opzione fissa, invece, bisognerà selezionare date di viaggio e destinazioni fisse che non possono essere modificate dopo aver presentato il modulo di prenotazione. Sarà possibile visitare fino a 2 paesi che siano Stati membri dell’Unione europea al momento della decisione di aggiudicazione (non sono compresi il paese di partenza e quelli semplicemente attraversati).

Come accade per l’Erasmus, anche il progetto DiscoverEU vuole sostenere la formazione di un’identità europea fra i giovani. Oggi sono soprattutto loro a volere un’Europa unita, solidale, forte. Non è un caso che in Gran Bretagna, la maggioranza degli under 25 si è detta contraria alla Brexit. “Vogliamo dare ai giovani europei l’opportunità di scoprire l’incredibile patrimonio culturale del nostro continente, conoscere e incontrare altre persone e capire che è più quello che ci unisce che ciò che ci divide” ha detto Timor Navracsics, commissario europeo per l’Istruzione e la Cultura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + 9 =