Dl sostegno 2021, stralcio cartelle e proroga stop licenziamenti: le ipotesi

esodati del commercio

Si lavora al dl sostegno che dovrebbe avere il via libera del governo la prossima settimana. Dallo stralcio per le cartelle entro i 5000 euro alla proroga dello stop dei licenziamenti al 30 giugno, ecco le ipotesi in campo secondo uno schema che l’Adnkronos ha potuto visionare.

CARTELLE

Stralcio per le cartelle entro i 5000 euro sanzione e interessi inclusi degli 2000-2015 e proroga al trenta aprile sia per l’invio di nuove cartelle esattoriali che per i pagamenti della ‘rottamazione ter’ e del ‘saldo e stralcio’ previsti dai dl fiscali dei precedenti governi.

Cifre alla mano sono circa 60 milioni le cartelle fiscali per un costo pari ad un miliardo nel 2021 e un miliardo nel 2022. Inoltre, secondo lo schema, sono oltre 130 milioni le cartelle ad oggi nel ‘magazzino’.

STOP LICENZIAMENTI

Lo schema prevede proroga dello stop dei licenziamenti al 30 giugno e rifinanziamento Cig Covid non più a settimane ma per tutto l’anno.

VACCINI

Il dl sostegno dovrebbe stanziare 2 miliardi di euro per il finanziamento del piano vaccini, inclusi antivirale, trasporto, somministrazione (nella prima fase intervengono i medici di famiglia e poi nella seconda anche i farmacisti), secondo quanto prevede lo schema visionato dall’Adnkronos.

RISTORI

Eliminazione del codice Ateco, intervento su 2.700.000 tra imprese e professionisti, indennizzo previsti (imprese e professionisti) con fatturato fino a 5 milioni dimostrando una perdita del 33% della media mensile fatturato anno 2019 con la media mensile fatturato 2020.