Droga, per gli italiani è un’emergenza “stupefacente”

Lo evidenzia un'indagine dell'Istituto Swg sulla percezione dei cittadini del fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti

droga

La lotta alla tossicodipendenza e allo spaccio di sostanze stupefacenti è un tema molto sentito dalla cittadinanza che rientra nel quadro della tutela della sicurezza. In occasione della Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga la Dcsa (Direzione centrale per i servizi antidroga) lancia online il proprio sito istituzionale, all’interno del quale oltre a una sezione conoscitiva che spiega i compiti istituzionali della Direzione e ai risultati ottenuti dalle Forze di Polizia nel contrasto al narcotraffico, si possono reperire informazioni relative al quadro normativo di riferimento, alle nuove droghe inserite nelle tabelle, ai report e alle statistiche sulla situazione, a notizie su iniziative e progetti e  sulle principali droghe in circolazione sul mercato clandestino. Inoltre, alcuni dei temi su cui sarà possibile informarsi sono la diffusione delle smart drugs e il commercio di stupefacenti in rete, o il fenomeno della coltivazione e commercializzazione della canapa agroindustriale.
Per conoscere qual è la percezione della sicurezza da parte della popolazione sulla lotta allo spaccio e al consumo di stupefacenti, l’Istituto Swg ha realizzato un’indagine che rivela come il tema sia considerato un’emergenza da più di un terzo degli italiani.

La percezione del fenomeno
Il 53 per cento del campione raggiunto, infatti, ritiene che negli ultimi anni il fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti sia in forte (35 per cento) o in leggero aumento (18 per cento), mentre il 30 per cento lo ritiene sostanzialmente stabile. A percepire una situazione migliore rispetto al passato è soltanto il 9 per cento della popolazione che ritiene il fenomeno in leggera (8 per cento) o forte diminuzione (1 per cento).

droga
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

Inoltre, la problematica è ritenuta particolarmente grave da più del 90 per cento, con il 38 per cento che la considera una vera e propria emergenza, mentre il 54 per cento la giudica come rilevante seppur al pari di altre problematiche. Soltanto il 6 per cento ha definito marginale il fenomeno dello spaccio e consumo di droghe.

droga
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

I pericoli principali
Continuando l’analisi dei risultati del sondaggio, a preoccupare maggiormente è la diffusione e l’entità del consumo delle droghe pesanti come l’eroina (indicato dal 91 per cento), seguite dalle droghe sintetiche e dalla cocaina (scelte dal 90 per cento del campione). Soltanto il 60 per cento, invece, si è detto preoccupato dalle droghe leggere come hashish e marihuana.

droga
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

La diffusione delle sostanze stupefacenti viene ritenuta, soprattutto un rischio per gli adolescenti, in quanto secondo il 58 per cento del campione, confrontando la situazione attuale con quella di 10 anni fa, si tratterebbe di persone più soggette al fare uso di droga. Per il 27 per cento, invece, la situazione è rimasta sostanzialmente la stessa, mentre il 7 per cento dà fiducia ai giovani ritenendoli meno soggetti alle droghe che in passato.

droga
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

Favorevoli a nuove leggi di contrasto al fenomeno
Infine, per quanto riguarda le normative allo studio per il contrasto alla droga, come la proposta di legge presentata dalla Lega che prevede il raddoppio delle pene per gli spacciatori, introducendo sanzioni detentive ed economiche e abolendo le attenuanti per i lievi quantitativi, il 69 per cento degli intervistati si detto molto (43 per cento) o abbastanza (26 per cento) favorevole, contro il 21 per cento che lo è poco (11 per cento) o per nulla (10 per cento).

droga
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciotto − dieci =