E’ la giornata dei “Paolucci”: che storia il calcio!

Non ha trovato molto spazio. Anzi, praticamente nullo. Dopo aver collezionato una trentina di minuti nelle prime trenta giornate di campionato, Lorenzo Paolucci è stato lanciato per la prima volta da titolare in una partita dall’alta posta in palio.

Gli sono bastati sei giri di lancette per trovare la prima gioia in amaranto. Assist di Rivas, gol di Paolucci. Lorenzo, classe 1996, è uno di quegli elementi che possono spostare gli equilibri, per capacità tecniche e balistiche. Lo ha dimostrato oggi, calandosi alla grande in un contesto di sicuro non semplice (gara a porte chiuse in una settimana particolare per l’Italia intera).

E ironia del destino, mentre Lorenzo festeggiava il primo gol con la maglia della Reggina, a 805 chilometri di distanza Andrea (suo fratello) portava in vantaggio la Virtus Entella contro l’Ascoli, in Serie B. Anche per lui primo acuto stagionale, sebbene abbia trovato decisamente più spazio.

Da Lorenzo Paolucci ad Andrea Paolucci, quando il calcio regala storie uniche.

*FOTO LILLO D’ASCOLA (FOTOGRAFO UFFICIALE REGGINA 1914)