Ecomondo, torna la fiera della green e circular economy

Si terrà a Rimini l'evento che raggruppa tutti i settori dell'economia circolare

Ecomondo
Una foto dell'edizione 2017 (fonte: ecomondo.com)

Si terrà, come di consueto, a Rimini dal 6 al 9 novembre 2018, la 22esima edizione di “Ecomondo”, la fiera leader della green e circular economy nell’area euro-mediterranea, organizzata da Italian exhibition group (Ieg).
L’evento riunisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare: dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile.

Il programma dell’evento
Nel corso di questa edizione si parlerà delle nuove priorità normativo-regolatorie, di ricerca e formazione sul fronte dell’economia circolare, i nuovi processi, anche 4.0 e prodotti annessi alla sua adozione a livello industriale, nelle città e nei territori.
Inoltre, in collaborazione con associazioni industriali, ministeri ed altre istituzioni, enti di ricerca, la Commissione Europea e l’OCSE, saranno esaminate e discusse le principali novità, necessità, criticità ed opportunità nell’ambito del riuso e valorizzazione dei principali rifiuti tecnici e biologici (incluse le acque reflue), le materie prime alternative e l’eco-design industriale, la bonifica e la riqualificazione delle aree contaminate, anche marine, e la bioeconomia. L’evento sarà diviso in varie aree tematiche da quella rifiuti e risorse a quella sulla bioeconomia circolare passando per l’energia, l’acqua, la bonifica e il rischio idrogeologico, analisi chimiche e monitoraggi e circular city e mobility.

Eventi e premiazioni
Durante Ecomondo, si svolge la fiera Key Energy  “Energy transition hub”, sulle soluzioni e le applicazioni di efficienza energetica ed energie rinnovabili. Inoltre, dal 2009, Ecomondo, propone dal 2009 un modello ideale di Città sostenibile. Il progetto occupa uno spazio espositivo di 6mila mq all’interno dei quali prende forma un modello ideale di città.L’ obiettivo è di mostrare soluzioni, tecnologie e progetti volti a migliorare la qualità della vita del cittadino e favorire lo sviluppo dei territori in chiave sostenibile.
Presso la fiera di Rimini, inoltre, il 6 e 7 novembre, ci sarà l’annuale appuntamento della green economy italiana, gli “Stati generali della Green Economy” giunti alla VII edizione. Organizzati dal Consiglio nazionale della green economy (composto da 66 organizzazioni di imprese), in collaborazione con il ministero dell’Ambiente, che tra il 2012 e il 2017 hanno già coinvolto più di 7500 stakeholder.
Infine, l’8 novembre, si svolgerà l’assegnazione del “Premio per lo sviluppo sostenibile”, giunto alla sua 10° edizione. Il Premio, destinato ad imprese italiane eccellenti nel campo della green economy, è una iniziativa della Fondazione per lo sviluppo sostenibile e di Ecomondo e ha ricevuto sin dal primo anno l’adesione del Presidente della Repubblica.Lo scopo del premio è quello di far emergere e promuovere le migliori imprese italiane nel settore dello sviluppo sostenibile. Possono proporre la propria candidatura tutte le aziende che ritengono di aver realizzato eccellenze ambientali. Le domande saranno esaminate da una commissione di esperti che le valuterà sulla base di una serie di criteri: dall’efficacia dei risultati ambientali conseguiti, con particolare riferimento alla mitigazione della crisi climatica, al contenuto tecnologico innovativo, passando per i risultati economici e occupazionali raggiunti e le possibilità di diffusione, in Italia e all’estero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

otto + 13 =