Elezioni europee, fonti Ue: «L’Italia conterà meno di oggi»

A dirlo è un alto funzionario dell'Unione, in vista del summit informale dei capi di Stato e di governo dell'Ue a 27 a Sibiu

finanziamenti europei

Dopo le elezioni europee, l’Italia probabilmente conterà meno di quanto conta oggi ai vertici dell’Ue. Lo conferma un alto funzionario dell’Unione, in vista del summit informale dei capi di Stato e di governo dell’Ue a 27 a Sibiu, in Romania, in cui si comincerà a discutere del processo di nomina dei prossimi vertici dell’Unione. «Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte – spiega – è uno dei leader che saranno presenti attorno al tavolo dei negoziati del Consiglio Europeo e parteciperà al processo decisionale».

«Quello che posso dire – continua – è che nei trattati abbiamo anche il principio dell’equilibrio geografico: immagino che una situazione in cui un Paese ha il presidente della Bce, l’Alto Rappresentante e ilpresidente del Parlamento Europeo non si riverificherà tanto presto».

Oggi l’Italia esprime Mario Draghi alla presidenza della banca centrale, Federica Mogherini Alto Rappresentante dell’Ue per gli Affari Esteri, Andrea Enria alla presidenza del consiglio di sorveglianza della BCE e Antonio Tajani alla presidenza del Parlamenton Europeo.

(Fonte: AdnKronos)