Emergenza coronavirus, la proposta di Maria Elena Boschi: ‘Usiamo le crociere di lusso’

L’obiettivo è arrivare preparati al peggio. E’ un po’ quello che traspare dalle intenzioni della Regione Lombardia di attrezzare la fiera di Milano con 600 posti letto di terapia intensiva.
L’obiettivo è comunque fare in modo che si tratti di una misura cautelare destinata a rivelarsi superflua. Tuttavia, non bisogna farsi trovare impreparati. Ed è per questo che si cercano soluzioni che possano dare la possibilità di ampliare gli attuali 5000 posti di terapia intensiva presenti in Italia.

Boschi punta sulle navi da crociera

C’è una proposta che arriva da Maria Elena Boschi. La deputata di Italia Viva su Twitter ha annunciato di voler fare una piccola proposta.
“Servono – ha scritto – posti letto. Attrezziamo allora due navi da crociera di lusso, che hanno cabine con bagno e tutti i comfort: è una soluzione migliore di ospedali da campo o vecchie caserme. Possono essere allestite subito”.

Non manca chi le fa notare le criticità della soluzione prospettata o chi le risponde in maniera piccata. “Non scarterei – scrive qualcuno – l’ipotesi di utilizzare l’Air Force Renzi…per le fughe veloci”.