Emergenza Coronavirus, l’avvertimento di Cartabelotta: ‘Il virus è già al Sud, è solo in ritardo di 14 giorni’

“Il virus c’è già al Sud. E’ semplicemente differito di quattordici giorni rispetto all’Italia”.

Sono le parole con cui Enzo Cartabellotta, medico di Palermo ed esperto di sistemi sanitari, ha rivelato che presto anche il Mezzogiorno dovrà fare i conti con l’emergenza Coronavirus.

Le sue non sono sensazioni, ma conclusioni tratte sulla base di quella che è stata la propagazione virale in Cina.

Il coronavirus, gradualmente, ha iniziato ad allagarsi a macchia d’olio alle aree limitrofe con le stesse proiezioni di quella iniziale.

Il fatto che i casi, seppur sporadici, nelle regioni del Mezzogiorno ci siano già non autorizza a particolare ottimismo. “Le dinamiche –  ha detto Cartabellotta – sono esattamente le stesse: la zona del nord, poi le provine confinanti (Liguria, Piemonte, Friuli) e c’è la terza sona del Sud Italia. Le dinamiche sono le stesse, differite di quindici giorni” .