Emergenza, in caso di bisogno basta chiamare il 112 per essere localizzati

Essere individuati non sarà più un problema, grazie all'utilizzo della tecnologia Aml (Advanced mobile location) nelle chiamate al Numero unico europeo 112

emergenza

Far sapere sempre dove ci si trova in caso di emergenza non sarà più impossibile. Cambiano le modalità di localizzazione per permettere, in caso di soccorso, di conoscere all’istante la posizione della persona da raggiungere. Questo grazie all’implementazione, a partire dal prossimo febbraio, della tecnologia Aml (utilizzata solo nel Regno Unito, in Belgio, Lituania, Estonia, Norvegia e Finlandia) per coloro che allertano il Numero unico europeo (Nue) 112. In questo modo si eviteranno tragedie come quella avvenuta lo scorso agosto, all’escursionista francese Simon Gautier (precipitato in un burrone nel Cilento dove poi è deceduto per via del ritardo del suo ritrovamento), che non era riuscito a dare indicazioni precise al 118 sulla sua posizione. 

Come funziona
La localizzazione del 112 oggi funziona attraverso il sistema delle celle. In caso di emergenza, si riesce a individuare un cellulare in un raggio di 400 metri in città, ma usciti dal territorio urbano la distanza può aumentare fino a 5 chilometri. Per essere individuati nel punto esatto è necessario il Gps. Tuttavia, attualmente, si può essere individuati in questo modo solo in alcune zone come la Lombardia, il Piemonte, la Valle d’Aosta, la Liguria, la provincia di Trento, Bolzano, il Friuli Venezia Giulia, la Sicilia e la provincia di Roma. Il prossimo anno, il servizio verrà implementato anche in Toscana, Marche e Umbria e l’anno successivo in Sardegna.

La nuova tecnologia
Grazie all’Aml (Advanced mobile location), quando si comporrà il numero del 112, anche se non si ha il gps accesso, il cellulare riuscirà a inviare autonomamente la posizione permettendo l’individuazione in un arco di 6 metri. Il sistema funzionerà anche senza sim e se non si ha credito telefonico sufficiente e non consumerà batteria. Inoltre, è possibile anche scaricare l’applicazione del Nue, chiamata “Where are U”, che può essere utilizzata anche in casi in cui sia impossibile parlare.

emergenza
L’App del Nue 112

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

2 + diciassette =