Enel, ecco il nuovo piano: 28,7 miliardi di investimenti  

Gli investimenti organici totali di Enel per il periodo 2020-2022 ammontano a 28,7 miliardi di euro, con un incremento dell’11% rispetto al piano precedente (25,9 miliardi di euro). E’ quanto emerge dal piano strategico di Enel che l’ad Francesco Starace illustra oggi alla comunità finanziaria a Milano. L’aumento, precisa il gruppo, “consentirà di cogliere le importanti opportunità associate alle dinamiche di mercato, oltre che affrontare i cambiamenti climatici, conseguendo così l’obiettivo del gruppo di raggiungere la totale decarbonizzazione del mix di generazione entro il 2050”. 

UTILE NETTO ORDINARIO – Nel piano strategico 2020-2022 si legge che l’Enel punta ad un utile netto ordinario per il 2022 a 6,1 miliardi di euro, in crescita del 27% rispetto ai 4,8 miliardi previsti per il 2019, con il target per il 2021 in aumento di circa 200 milioni di euro rispetto al piano precedente. Dopo un utile netto ordinario previsto di 4,8 miliardi nel 2019, il gruppo guidato dall’ad Francesco Starace punta ad un utile netto ordinario di 5,4 mld nel 2020, di 5,8 mld nel 2021 e quindi di 6,1 mld nel 2022. 

DIVIDENDO MINIMO PER AZIONE – Enel conferma la sua “politica triennale sul dividendo minimo per azione, rivedendone al rialzo i target del 2020 e 2021 rispetto al piano dell’anno scorso e fissando un nuovo dividendo minimo per azione in aumento a 40 centesimi di euro per il 2022” dice l’ad Starace, presentando il piano.