Coronavirus, ecco come sarà l’esame di maturità 2020

463mila studenti di quinta superiore saranno chiamati a sostenere l’esame di maturità a conclusione di questa “strana” annata scolastica.

Nella forma emergenziale voluta dal governo per contrastare l’epidemia di Covid-19, l’esame è stato in parte stravolto: niente scritti, solo prova orale ma in aula, così come ha annunciato oggi il Ministro Azzolina.

Le indicazioni sulla maturità 2020

Le ultime le dichiarazioni della ministra Azzolina durante la diretta con ”Skuola.net” sono molto importanti circa le modalità di svolgimento degli esami di maturità.

Prenderà il via il 17 giugno e dovrebbe svolgersi in presenza, a piccoli gruppi di cinque alunni al giorno che si siederanno davanti a una commissione di 6 membri interni più un presidente esterno e ad un paio di testimoni. Per un totale di 10 persone presenti in contemporanea all’interno della stessa classe.
La prova sarà unica e consisterà in colloquio di un’ora che darà diritto a 40 punti dei 100 totali, gli altri 60 arriveranno dal curriculum degli ultimi 3 anni.

Esame di maturità e argomento condiviso

Come ha spiegato il Ministro Azzolina durante la diretta su Skuola.net, l’esame di maturità orale “partirà da un argomento deciso con i professori e si parlerà anche delle esperienze di alternanza, finché è stato possibile svolgerle, oltre che di cittadinanza e costituzione” e dove potrebbe trovare spazio una discussione sul lockdown dovuto al coronavirus.

Nei prossimi giorni è attesa l’ordinanza ministeriale con gli ulteriori dettagli sull’esame di Stato.