Esmo 2019 premia Angelo Di Leo e Cristiana Sessa  

Prestigiosi riconoscimenti al congresso, in corso a Barcellona, dell’European Society for Medical Oncology 2019 a due oncologi italiani. Angelo Di Leo si è aggiudicato l’Esmo Lifetime Achievement Award “come tributo alla sua mirabile carriera dedicata alla ricerca sul cancro”. Mentre la collega Cristiana Sessa è stata premiata con l’Esmo Women for Oncology Award.  

Di Leo, responsabile del Dipartimento di oncologia dell’ospedale di Prato ed “esperto di fama internazionale, ha contribuito in modo significativo allo sviluppo di terapie personalizzate per il tumore del seno”, rileva l’Esmo. “È un onore ricevere questo premio così prestigioso – ha commentato Di Leo – penso di aver ottenuto due risultati importanti nella mia carriera: uno è l’aver creato questa struttura a Prato, a partire dal nulla”. L’altro “è aver avuto l’opportunità di lavorare con un team giovane, di oncologi e ricercatori molto preparati. Sono orgoglioso di dire che il progetto continuerà con successo senza di me, un giorno”. 

Sessa, che opera all’Istituto oncologico della Svizzera meridionale di Bellinzona, è stata premiata per il suo impegno nel supportare l’oncologia in rosa. “Le oncologhe devono avere la possibilità di essere visibili e presenti nei comitati scientifici – ha detto commentando la notizia del riconoscimento – E in cambio le donne devono essere preparate al meglio per queste responsabilità”.