Esodati del commercio, la problematica arriva alla presidenza del Consiglio

In attesa di sviluppi sulla situazione della rottamazione delle licenze, la situazione dei commercianti è stata portata all'attenzione del premier, Giuseppe Conte

manovra

Non trova ancora una soluzione il problema dei cosiddetti esodati del commercio, ossia coloro che non possono accedere all’indennizzo commercianti per cessione attività, pur avendone i requisiti. A far parte di questa categoria sono tutti coloro che rientrano nel biennio 2017/2018, non compreso dall’ultima legge di bilancio che ha reso la normativa strutturale a partire dall’1 gennaio 2019. A sostegno di questa categoria si sono mosse associazioni di categoria come Federcontribuenti e Confesercenti e la vicenda è stata anche portata all’attenzione di numerosi parlamentari contattati via email dagli appartenenti al gruppo Facebook, “Esodati indennizzo commercianti” che sta cercando di raggruppare tutti coloro che cercano di vedere riconosciuto il proprio diritto e che attualmente ha superato quota 150 iscritti.

La risposta della presidenza del Consiglio
Nell’attesa che i deputati, come l’on. Lovecchio (M5S), che al momento si stanno documentando sulla vicenda degli esodati del commercio, presentino un’interrogazione parlamentare su questa situazione, la notizia è giunta all’attenzione della presidenza del Consiglio. Dopo una email, inviata da una delle amministratrici del gruppo Facebook al premier, Giuseppe Conte, la segreteria della presidenza del Consiglio ha fatto sapere agli interessati che il contenuto del messaggio è stato inoltrato «per competenza, su incarico del Presidente stesso, al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, per ogni utile valutazione della situazione rappresentata».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here