Esonda il Savio in Emilia Romagna 

Emilia Romagna

Il maltempo che si sta abbattendo in queste ore sull’Emilia Romagna ha causato l’esondazione del fiume Savio in provincia di Forlì-Cesena.

“Squadre fluviali #vigilidelfuoco al lavoro, recuperate due persone, un disabile con la badante, bloccate nella propria abitazione”, scrivono in un tweet i vigili del fuoco. Dalle 7.50 la circolazione ferroviaria fra Forlì e Cesena (linea Bologna – Rimini) è sospesa proprio per avverse condizioni meteo che stanno interessando la zona. I treni a lunga percorrenza sono deviati via – Castelbolognese–Ravenna con allungamento dei tempi di percorrenza fino a 90 minuti.

L’ondata di maltempo che sta investendo l’Italia non dà tregua, soprattutto sui versanti orientali del Paese. Dal Friuli Venezia Giulia, al Veneto e all’Emilia Romagna dove per altro c’è massima attenzione per i corsi d’acqua si legge sul ‘Meteo.it’. Inoltre, situazione critica anche per le Marche, l’Abruzzo fino al Molise e al nord della Puglia. Rovesci e temporali si sono comunque spinti sulle aree orientali della Sardegna e sulle coste tirreniche più meridionali della Calabria fino a quelle settentrionali della Sicilia. Le prossime ore dunque saranno ancora fortemente critiche in particolare nei settori adriatici specie quelli centrali. Dal Sud della Romagna, alle Marche fino all’Abruzzo, su queste regioni si abbatteranno intense piogge, nubifragi e grandinate e con la possibilità di improvvisi allagamenti a causa degli ingenti quantitativi di pioggia che potranno cadere in poche ore. Ma le avverse condizioni meteo colpiranno altre zone del Centro come il Lazio, fino a Roma e tutto il Sud Italia coinvolgendo anche gran parte della Sicilia. Nel contempo la fase intensa del brutto tempo comincerà a perdere di energia sul Nord-est mentre insisterà almeno fino alla notte successiva in particolare sull’area adriatica del Centro-sud. Occhio anche ai venti, che soffieranno ancora impetuosi dai quadranti settentrionali con conseguente ulteriore aumento del moto ondoso in particolare sui mari circostanti la Sardegna con forti raffiche di maestrale.

(Fonte: Adnkronos)