Europee, Berlusconi: «Il governo deve cessare di fare male agli italiani»

Il leader di Forza Italia, in un'intervista al Gr1, ha sottolineato l'importanza di un nuovo esecutivo che segua il programma del centrodestra

governo
Silvio Berlusconi (foto da Facebook)

Silvio Berlusconi non perde tempo, e appena uscito dal ricovero in Ospedale riparte con la sua campagna elettorale in vista delle prossime elezioni europee del 26 maggio. «Sono convinto che se Forza Italia, come spero, avrà successo e il Movimento 5 stelle il contrario, questo che noi chiamiamo ancora governo, ma è capace solo di litigare e di far male al Paese, se ne dovrà andare a casa», spiega in un’intervista rilasciata su Radio Rai al Gr1. Per il leader di Forza Italia «un governo nuovo di maggioranza si potrà raggiungere o attraverso la formazione di un gruppo di sostegno di parlamentari attuali oppure attraverso nuove elezioni che il centrodestra vincerebbe sicuramente».

Governo senza credibilità
Berlusconi prosegue continuando a ricordare l’importanza di un governo che segua il programma del centrodestra: «meno tasse per le nuove assunzioni, vera flat tax per tutti, meno burocrazia, riforma della giustizia, aumento delle pensioni minime, pensione per le nostre mamme e più sicurezza nelle città». Infine, lancia un attacco all’attuale esecutivo: «Non c’è credibilità in chi sta rappresentando il Paese, anche per il modo in cui si sono comportati: hanno isolato l’Italia in Europa. L’eredità che ci lascia il governo è pesante: troppe imprese hanno chiuso, 35mila occupati in meno rispetto all’anno scorso e 285mila giovani sono andati via dall’Italia per cercare lavoro. Il governo deve cessare di fare del male agli italiani».