Evacuata casa di LeBron James  

Tra i circa 200.000 californiani evacuati a causa degli incendi divampati a nord di Los Angeles, c’è anche la stella dei Lakers, LeBron James che ha dovuto abbandonare in piena notte la sua casa di Brentwood per motivi di sicurezza. Nella notte tra domenica e lunedì – dopo la vittoria dei suoi Lakers contro Charlotte – un incendio si è propagato sul lato ovest dell’Interstate 405, muovendosi rapidamente e coinvolgendo più di 400 acri di terreno.  

La polizia ha emesso l’ordine di evacuare 3.300 abitazioni tra cui anche quella del ‘prescelto’, che ha caricato la sua famiglia in auto lasciando la zona. Il quattro volte MVP ha raccontato sul suo account Twitter le sue peripezie: “Questi incendi non sono uno scherzo. Abbiamo dovuto lasciare di emergenza casa nostra e sto guidando in giro con la mia famiglia alla ricerca di camere per dormire. Finora non ci è andata bene!” ha scritto alle 4 del mattino (ora di Los Angeles). Dopo aver trovato ricovero, ha aggiunto: “Notte folle” e concluso con “Una preghiera per tutte le famiglie in quell’area che possono essere colpite dall’incendio! Spero che riescano a mettersi in sicurezza in fretta. I miei migliori auguri ai primi soccorritori che stanno facendo del loro meglio!”.