Ex Ilva, in Cdm non ci sarà scudo: governo aspetta esito vertice Mittal 

A quanto apprende l’Adnkronos, non ci sarà lo scudo penale nel Cdm di giovedì, il Consiglio dei ministri fissato appena 24 ore prima del nuovo faccia a faccia tra il governo e Mittal dopo la decisione del colosso franco-indiano di mollare l’ex Ilva. Il premier Giuseppe Conte e il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, spiegano fonti di governo, prima di togliere l’immunità penale e aprire un nuovo fronte nel M5S attendono di capire quali siano i reali margini della trattativa, dunque l’esito del vertice con gli indiani. 

Il presidente del Consiglio andrà al tavolo con una strategia ben definita – dal primo giorno lavora al dossier Taranto – ma prima di cambiare le cose, con misure ad hoc, vuole toccare con mano quanto AncelorMittal – nelle ultime ore letteralmente assediato dalla magistratura italiana- sia deciso a tornare sui propri passi e a innescare la retromarcia sulla chiusura dello stabilimento.