Farmaceutica: Greco (AbbVie), ‘servono nuova governance e regole stabili’ 

“Solo una nuova governance di settore fondata sul valore delle terapie e sul rapido accesso da parte dei pazienti potrà consentire di beneficiare pienamente del valore che le imprese basate sulla ricerca generano per i pazienti, la società e il sistema economico del nostro Paese. Ci vogliono regole che siano stabili per più anni, per consentire alle industrie una corretta programmazione”. A sottolinearlo all’Adnkronos Salute è Fabrizio Greco, amministratore delegato di AbbVie Italia, oggi a Campoverde (Lt) nel corso di un convegno sul valore dell’innovazione. 

“In un contesto in cui le risorse sono scarse e la congiuntura economica non è favorevole – aggiunge Greco – noi abbiamo rinnovato il nostro impegno con un importante e crescente contributo in termini di innovazione, investimenti”, pari a 130 milioni di euro in 8 anni, “export, occupazione e ricerca a beneficio dei pazienti e della sostenibilità del sistema sanitario. Abbiamo intrapreso un significativo percorso nello sviluppo dei farmaci più innovativi, in particolare nell’immunologia, con un focus sulle malattie infiammatorie croniche autoimmuni. Ma abbiamo necessità di avere regole che rimangano definite per un numero di anni sufficiente a una pianificazione corretta. Serve anche un’attenzione nei confronti del valore del nostro settore, importante sia in termini economici, che di conoscenza, che di salute”.