Fase 2, possibilità di visita ai congiunti: ecco chi sono

assegno unico familiare

Tra le novità della fase 2 dell’emergenza coronavirus, che si aprirà il prossimo 4 maggio, ci sarà la possibilità di incontrare i congiunti.

MODALITA’ INCONTRO CONGIUNTI

Il DPCM presentato dal governo, all’articolo 1, punto A, chiarisce che verranno considerati “necessari gli spostamenti per incontrare congiunti purché venga rispettato il divieto di assembramento e il distanziamento interpersonale di almeno un metro e vengano utilizzate protezioni delle vie respiratorie”. Non si tratta di un via libera a pranzi e cene di famiglie allargate, ma solo di visite mirate ed entro i limiti di sicurezza previsti per tutto il resto degli spostamenti.

CHI SONO I CONGIUNTI

Nel nostro ordinamento non si trova una definizione univoca del termine “congiunti”, ma quella più completa si può rintracciare nel codice penale. All’articolo 307, quarto comma, viene spiegato che per “prossimi congiunti” si intendono “ascendenti, discendenti, coniuge, la parte di un’unione civile tra persone dello stesso sesso, fratelli, sorelle, gli affini nello stesso grado, gli zii e i nipoti”. Potrebbero però subentrare nuove deroghe, viste le polemiche nate nelle ultime ore sul motivo dell’esclusione della possibilità di andare a trovare i fidanzati.