FdI, Meloni: «Alleanze? Siamo coerenti. Mai col Pd né con M5S»

La leader di Fratelli d'Italia, in un'intervista a Sky, parla delle future alleanze del partito, della tenuta del governo e allontana l'ipotesi di ricandidarsi sindaco di Roma

FdI

Fratelli d’Italia ha scelto di astenersi durante l’ultima votazione del decreto sicurezza bis. Una scelta, ha spiegato la presidente del partito Giorgia Meloni durante un’intervista a Sky, legata alla decisione del governo di porre il voto di fiducia sul provvedimento. Gli esponenti di FdI «si sono astenuti e non poteva essere altrimenti, ma sono convinta che la sua approvazione sia stata importante. Il voto è stato di astensione perché dovevamo unire il no alla fiducia al governo al sì del decreto sicurezza, ed era l’unico modo».

Alleanze politiche
La Meloni nel corso dell’intervista ha affronta anche il tema alleanze in vista di possibili future elezioni: «Fratelli d’Italia è coerente, e chi vota FdI sa che alleanze con la sinistra non ci saranno mai, né col Pd né con il M5s, e questo fa la differenza». La leader di FdI non ha mai fatto mistero di volere un’alleanza di governo del suo partito insieme alla Lega allontanando l’idea di tornare a una classica alleanza col centrodestra insieme a Berlusconi. Tuttavia, riguardo il recente allontanamento da Forza Italia del governatore della Liguria, Giovanni Toti (ex coordinatore del partito), ha aggiunto: «Ancora non mi sono chiari i suoi intendimenti. Io sono consapevole del lavoro fatto da Fratelli d’Italia. Ad Atreju lo scorso anno dissi di allargare i nostri confini, facendo un appello a tutte le destre, cattolica, riformista e sociale per rifondare un nuovo centrodestra. A quell’appello hanno risposto in tanti, e quest’anno ad Atreju lanceremo la volata finale verso la nuova composizione di Fdi».

Salute del governo
Per quanto riguarda il futuro dell’esecutivo, la Meloni si domanda perché la Lega continui la sua alleanza con i 5 Stelle, quando con nuove elezioni potrebbe andare al governo insieme a Fratelli d’Italia: «Perché Salvini non stacca la spina a questo governo? Me lo chiedo anch’io, le europee hanno dimostrato che Fdi e Lega sono in crescita e oggi abbiamo l’occasione storica di dare all’Italia un governo coeso che duri cinque anni. Salvini probabilmente ha paura del non voto e dei giochi di palazzo, ma ogni giorno che passa si rischiano giochi di palazzo».

Famiglia
Un altro dei punti affrontati durante l’intervista è stato il tema della famiglia: «Sento sempre parlare di famiglia in campagna elettorale – ha detto la Meloni – ma le proposte di Fdi a sostegno delle madri e delle famiglie sono state tutte bocciate. Poi arriva la campagna elettorale e se ne torna a parlare. La verità che ancora oggi un figlio è un bene di lusso». E ha ricordato le proposte di FdI «come l’assegno di maternità europeo, il reddito d’infanzia per chi mette al mondo un figlio, asili nido gratuiti, misure a sostegno della natalità». Inoltre, riguardo la sua proposta di poter allattare in Aula alla Camera mentre si vota ha spiegato: «C’è ancora una certa freddezza su questo tema sulla possibilità che le parlamentari possano continuare a votare allattando in appositi spazi, è un messaggio importante che dà il Parlamento, il messaggio che i figli non sono un ostacolo».

Sindaco di Roma
Infine, alla domanda se in futuro vorrà nuovamente candidarsi alla poltrona di primo cittadino della Capitale, la Meloni ha risposto: «Candidarmi di nuovo a sindaco di Roma? Ora sono in altre faccende affaccendata».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici − dieci =