Fdi, Meloni: «Ci vuole una ricetta economica in stile Trump»

La leader: «La realtà dei fatti alle ultime elezioni ha dimostrato che solo due partiti, Fratelli d'Italia e Lega, hanno già una maggioranza molto ampia»

Fdi

Prendere esempio dagli Usa e da Trump per dare una svolta all’economia italiana. A pensarlo è Giorgia Meloni, leader di Fdi, ospite a Uno Mattina Estate su Raiuno: «La nostra è una ricetta economica alla Trump. Taglio delle tasse e della burocrazia e più investimenti pubblici. Il reddito di cittadinanza non ha creato posti di lavoro, la nostra proposta è tagliare le tasse alle imprese, incentivando il  lavoro con il concetto “più assumi meno paghi”. Il primo passo e la nostra proposta di partenza è la tassa piatta al 15 per cento sui redditi incrementali. Una flat tax che si può fare immediatamente e che può dare respiro alle aziende».

Con la Lega
Fdi è all’opposizione, ma continua a strizzare l’occhio alla Lega di Matteo Salvini, primo partito nelle intenzioni di voto con il 38 per cento, per il futuro più immediato. La Meloni entra nello specifico: «Un governo con elezioni subito potrebbe essere forte e coeso. La realtà dei fatti alle ultime elezioni ha dimostrato che solo due partiti, Fratelli d’Italia e Lega, hanno già una maggioranza molto ampia. Non ho citato Forza Italia perché c’è ancora un grande dibattito interno al partito e stiamo a guardare”. Lo schema di partenza è l’alleanza Lega-Fdi. Lo scenario migliore sarebbe quello di una campagna elettorale, senza perdere questo mese e mezzo, per dare subito all’Italia un governo serio e migliore. Altrimenti, piuttosto che un governo tecnico meglio quello attuale». 

Sul dl sicurezza bis
Il dl sicurezza avrà l’appoggio di Fdi tranne in un caso: «Noi di Fratelli d’Italia siamo pronti a sostenerlo. Lo votiamo, a meno che il governo decida di porre la fiducia al Senato. Se ci avessero dato retta accogliendo sul primo decreto le nostre proposte, fatte di norme efficaci non ci sarebbe stato bisogno del dl sicurezza bis. In ogni caso lo votiamo».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here