Fdi, Meloni: «Conte premier del governo più anti-italiano della storia»

La leader del partito di centrodestra è sicura: «Questo governo non avrà una vita lunghissima»

fdi

Attacco frontale. Giorgia Meloni, leader di Fdi, si scaglia via Twitter contro Giuseppe Conte, premier del nascente governo giallorosso: «Sovranismo e populismo sono in Costituzione. Interpreto il concetto di sovranità e l’esercizio della  stessa da parte del popolo’, parola di Giuseppe Conte (2018), lo stesso che sta per diventare premier del governo più anti-italiano, anti-sovranista e anti-popolo della storia…». 

Durante un’intervista a La Stampa, il numero uno di Fdi ha pronosticato che «questo governo non avrà una vita lunghissima». Perché «siamo di fronte a due partiti e due classi dirigenti che si detestano. Stanno insieme solo con il dichiarato intento di impedire agli italiani di votare liberamente, di avere un governo stabile e omogeneo».

Sul centrodestra
Il governo si è spostato verso il centrosinistra: è un dato di fatto. Giorgia Meloni, quindi, bacchetta la Lega per la gestione della crisi e non vede un posizionamento chiaro di Forza Italia: «La gestione della Lega di questa crisi ha creato parecchia confusione, soprattutto quando è stato proposto a Di Maio di fare il premier. Era auspicabile più condivisione tra i partiti di centrodestra. Non credo che Fi si voglia prestare a puntellare questo governo di sinistra. Mi sfugge però il posizionamento. Non capisco quale sia la linea, se quella di Tajani, della Carfagna, della Bernini».

Il prossimo Presidente della Repubblica
Giorgia Meloni, poi, è intervenuta a Rtr99 dicendo che è «evidente che il ruolo del Presidente della Repubblica è strategico e tutti sanno che una delle principali ragioni per cui questi si stanno mettendo d’accordo è che se si votasse adesso avremmo un Parlamento di centrodestra e quel Parlamento eleggerebbe il prossimo Capo dello Stato. E che sei matto che un Parlamento di centrodestra elegge il Presidente della Repubblica? in Italia, il Presidente della Repubblica lo possono eleggere il centrosinistra, la Francia e la Germania».

«Il nome che il Pd ha in serbo è quello di Romano Prodi, il campione di svendita della sovranità nazionale, che garantisce gli interessi stranieri. Stanno apparecchiando questa cosa qui, io lo denuncio da adesso e anche per questo penso che bisogna scendere in piazza».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − 6 =